Il disagio psicologico è un disturbo che non può essere trattato da personale non qualificato, spesso si confonde il buon consiglio con la cura .  I danni che possono derivare dalla confusione su “chi” ha la competenza di fare “cosa” possono aggravare ancor più il disagio e/o il disturbo che si intende curare.

Il counselor è un professionista nella relazione d’aiuto, ma molto spesso, come succede nel video, dietro la porta chiusa di uno studio le competenze si mescolano a quelle della professione di psicologo. Mi chiedo come possa un counselor, anche in buona fede, riconoscere il labile confine tra aiuto e trattamento non essendo in possesso delle competenze cliniche psicologiche.